Chiuso in casa, come tutti al tempo del Coronavirus, Giovanni registra il suo audio-diario che, in un attimo, diventa uno sfogo collettivo. Dalla cameretta del figlio racconta le sue e le nostre nuove abitudini, i cambiamenti che questa crisi ha imposto, il nostro modo di adattarci e i pensieri che corrono nelle nostre menti. Amici, parenti, conoscenti, con audio messaggi su WhatsApp, gli raccontano e ci raccontano la vita di un popolo in quarantena.

More ways to listen