Mi chiamo Nicoletta e vivo a Santa Rosalinda. Tutti i giorni prendo la metro H. Ascolto, ricordo frammenti di conversazione, vedo facce e mi diverto a costruire esistenze immaginarie, a partire da un dettaglio. Rifletto e non arrivo a niente, se non alla fermata. Allora scendo, e indosso di nuovo la mia vita.

More ways to listen